Skin ADV

Grifo, singoli determinanti negli episodi chiave. Nesta coraggioso, ma...(FOTO CERQUIGLINI)

 

Una vittoria che ci voleva per il Grifo quella di sabato contro il Venezia. Tre punti fondamentali che riassestano la classifica e danno entusiasmo in vista delle prossime trasferte

L'hanno detto tutti: la vittoria è stata ottenuta grazie all'unita dell'ambiente che non si è sfaldato di fronte alle prime difficoltà. Da una parte i tifosi, che hanno capito che il gruppo può aver tutti i limiti del mondo ma è composto da ragazzi appena arrivati. Dall'altra la società, che forte delle esperienze dell'ultima stagione, ha imparato perfettamente le lezione e ha capito che  mettere pressione, talvolta, può risultare controproducente.  Quindi Nesta e il suo staff che lavorano sodo ogni giorno con i ragazzi.

Certo qualcosa il tecnico ha dovuto correggere durante l'intervallo del macth di sabato: nel post gara il vice Rubinacci ha riferito che la mossa di mettere Mustacchio centravanti è stata una "intuzione"  di Nesta per  sfruttare le caratteristiche “naturali” di Mustacchio.  L'esperimento ha funzionato a singhiozzo, l'occasione per colpire con Mustacchio su cross di Melchiorri è stata forse la migliore del primo tempo, ma sul piano della fluidità di manovra il Perugia ha fatto piu fatica rispetto alla ripresa quando Melchiorri e Mustacchio sono tornati a giocare in una  posizione piu consona alle loro caratteristiche.

Nel Perugia di Nesta sta crescendo Dragomir, un giocatore a cui Nesta fa fatica a rinunciare ed in attesa del miglior Moscati, che storicamente ha bisogno di un po' di settimane per arrivare a regime, c'è il giovane Kouan che mette a disposizione cuore e polmoni per andare ad aggredire gli avversari nella loro metà campo, situazione indispensabile soprattutto nelle partite in casa dove il recupero veloce della palla consente il Perugia di "accorciare" e dare continuita al suo gioco.

La squadra però riesce anche ad essere molto attenta anche in fase passiva, grazie soprattutto al sacrificio degli attaccanti. Palermo a parte il Perugia ha sempre subito poco ed anche i numeri lo confermano, quattro reti subite in cinque gare: non male o per un reparto tutto nuovo che in queste settimane ha cambiato piu volte assetto e interpreti.

Segno evidente che sul piano delle individualità i giocatori presi sono di ottimo valore. Ad iniziare da Gabriel  (foto Loris Cerquiglini www.loriscerquiglini.com) che fino a sabato non aveva potuto fare nulla sui gol subiti, fino al miracolo compiuto su Zigoni che ha evitato che il Venezia passasse in vantaggio al primo tiro in porta.

Conta anche questo nel calcio, perche gli episodi  sono decisi anche dalla bravura dei singoli.

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545