Skin ADV

Tovalieri: La porta piccola, Bucci enorme, se avessi tirato piano lo avrei sbagliato... e pensare che non dovevo giocare (FOTO)

 

 

Lo spareggio di Reggio Emilia non lo dovevo nemmeno giocare per un problema al tendine di Achille che mi afflisse per tutta la settimana: non mi allenai mai, feci solo la rifinitura del sabato  di dodici minuti perchè andai subito dopo la doccia. Poi la domenica mattina mi sono svegliato e stavo un pochino meglio; arrivato allo stadio ho visto tutta quella gente, ho pensato ai sacrifici che avevamo fatto e ho stretto i denti scendendo in campo resistendo fino a quell'ultimo rigore"

Lo ha detto Sandro Tovalieri a Grifo Ricordi, le storie del Perugia calcio, la trasmissione di Marco Taccucci (con Massimo Calzoni e Carlo Sampogna) in onda tutti i lunedì sera alle 23,15 su UmbriaTv

Dopo la mia rete dell'1-0 chiesi il cambio – ha detto ancora Tovalieri- ma Ferrante pareggiò subito e bloccai tutto giocando i supplementari praticamente da fermo. Poi il destino ha voluto che mi toccasse l'ultimo rigore sotto la nostra curva: potevo passare da idolo a giocatore più fischiato della tifoseria. Sono momenti bellissimi da vivere ma devi avere anche due cose così".

Tovalieri ha raccontato anche il momento dell'ultimo rigore: “Quando mi sono alzato da centrocampo per andare sul dischetto sembrava un ' eternità, dalle immagine si vede bene che zoppicavo: vedevo la porta piccolissima, vedevo Bucci e non sapevo dove  tirare, sembrava che non potessi fare gol. Ricordo il fiume di gente e tutte le loro espressioni, chi guardava e chi no e chi si girava di spalle: in quel momento ti senti di quello che può e non può"

Infine il tiro: “Ho pensato una botta forte dritto per dritto e non ho pensato a niente, se le tiravo piano ero talmente stanco che sicuramente lo avrei sbagliato. Mi dispiacque solo per Castagner che dopo si è fatto male: non ci ho capito piu niente, abbiamo fatto felici centomila persone”

Oggi Tovalieri vive ad Ardea in provincia di Roma: “Sono stato poco a Perugia ma ho un ricordo bellissimo, del mister Castagner che per fortuna arrivò, dei compagni, dei tifosi e del presidente Gaucci, che sapeva come ottenere le cose".

 Umbria Televisione s.r.l. Via Monteneri, 37 06129 Perugia  P.IVA:01615980545