consauto
nomobile

Salute

Covid: 100 positivi attuali in Umbria, come a metà Maggio

  • Categoria: Coronavirus
  • Scritto da Redazione
  • Visite: 293

L’Umbria, con i quattro nuovi casi di oggi, è tornata a quota 100 positivi come a metà maggio.
1.563 i positivi totali, ma oggi si sono registrati anche tre nuovi guariti. Segnalato anche un nuovo ricoverato all’ospedale di Perugia dove torna a esserci anche un posto occupato in rianimazione. Sono complessivamente 11 i pazienti con il Covid nelle strutture sanitarie umbre, due in intensiva.
Stabili a 80 i morti.
Eseguiti 1.394 tamponi nelle ultime 24 ore, 136.524 in tutto.

Sangue, Avis: "scorte scese sotto soglia minima"

  • Categoria: Sanità
  • Scritto da Lisa Malfatto
  • Visite: 359

"SEMPRE PIÙ EVIDENTE LA DIMINUZIONE DELLE DONAZIONI DI SANGUE": lo sostiene l’AVIS regionale che in un comunicato fa sapere che che in Umbria si sta raccogliendo quanto si raccoglieva nel 2006 e che il 16 Agosto le scorte regionali sono scese, per la prima volta quest’anno, al di sotto delle "Soglie minime".
Un’evidente diminuzione delle donazioni, in questi ultimi anni, si è rilevata in tutte le aree della regione, con particolare evidenza nella provincia di Terni, dell’Alta Valle Tiberina, dello Spoletino, di Assisi, della Media Valle del Tevere, del Perugino. Per questo l’Avis sollecita i propri soci-donatori e continua a svolgere attività promozionali, di formazione e di informazione, ma rileva una maggiore difficoltà nell’espletare tali funzioni.
Ma l’associazione vuole sollecitare anche l’Assessore Regionale alla sanità Luca Coletto a definire insieme un programma di azioni, anche promozionali, da avviare per invertire la tendenza.
L’Avis ricorda infine che "donare il sangue è una scelta di vita ed un progetto di salute" ed invita a "non perdere l’occasione di diventare donatore di sangue come risposta ad un diritto all’assistenza con un dovere civico del cittadino sano.

Covid, 10 positivi in più e un guarito. I dati umbri di oggi

  • Categoria: Coronavirus
  • Scritto da Lisa Malfatto
  • Visite: 307

Altre dieci persone positive al Covid-19 in Umbria dove il numero di coloro che attualmente sono infettati si attesta a 99; C’è un guarito in più: una delle 11 persone ricoverate in ospedale è stata dimessa, portando a 10 il numero dei ricoverati di cui 1 in terapia intensiva.
I positivi totali dall’inizio della pandemia sono 1.559
Aumenta il numero delle persone in isolamento: 912, 53 in più rispetto a ieri. 135.130 i tamponi totali effettuati dall’inizio della pandemia.
I nuovi contagi rilevati sono 2 ad Assisi, 4 a Bastia Umbra, uno a Foligno, uno a Magione, due a Perugia (dove c’è anche una guarigione).

Mascherine obbligatorie dopo le 18, ma non tutti ce l’hanno

  • Categoria: Sanità
  • Scritto da Pietro Cuccaro
  • Visite: 911

La mascherina è diventata obbligatoria dalle 18 alle 6 del mattino anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e dei locali aperti al pubblico nonché negli spazi pubblici ove per le caratteristiche fisiche sia più agevole il formarsi di assembramenti.

Il provvedimento del ministro Speranza è entrato in vigore ieri ma in realtà sembra non essersene accorto nessuno perché sia nei locali sia in centro, a Perugia, dove per conformazione e per numero di turisti gli assembramenti erano pressoché inevitabili anche in un anonimo lunedì pomeriggio di metà agosto, la frequenza e le modalità d’uso della mascherina erano sempre le stesse.

C’era chi la indossava regolarmente, coprendo naso e bocca, magari anche quando non era necessario... e chi invece, in modo più naif, la teneva come sottomento o portandola al braccio.

Stessa situazione all’esterno dei locali della movida dove il dibattito, anche davanti ai nostri microfoni, si è polarizzato, fra chi è più ligio nell’osservare le regole e chi, invece (e sono in tanti) continua a pensare che i provvedimenti del governo siano esagerati rispetto al rischio reale per la salute.

Al di là dei dubbi sulla gestione dell’emergenza ci sono le difficoltà nel far rispettare la norma, visto che nelle vicinanze dei locali spesso si beve o si mangia o si fuma e quindi è difficile imporre la mascherina. Ecco perché sono già stati fissati degli incontri in prefettura per fornire alle forze dell’ordine delle linea guida di intervento.

Ricordiamo che le mascherine chirurgiche e quelle in tessuto, pur se correttamente indossate, proteggono gli altri da possibili contagi, quindi indossarla è un gesto di altruismo. Ecco perché è importante, quando non si riesce a rispettare il distanziamento, che venga indossata da tutti.

Due perugini positivi al Covid-19 al rientro da Madrid

  • Categoria: Coronavirus
  • Scritto da Elisa Marioni
  • Visite: 387

Due perugini sono stati trovati positivi al Covid-19 appena scesi da un volo da Madrid, all’aeroporto di Roma Ciampino. Lo ha reso noto l’Unità di crisi della Regione Lazio. Per la coppia scatteranno le prescrizioni per l’isolamento e la ricostruzione della catena dei contatti. Nello stesso volo, anche tre giovani spagnoli sono risultati positivi al coronavirus. Tutti e cinque sono asintomatici e in buona salute.

I Nostri Programmi